Concordato preventivo fra vecchio e nuovo: continuità normativa, interessi protetti e soddisfacimento dei creditori
Pubblicato il 05/08/21 02:00 [Articolo 1131]
Stefano Ambrosini, Professore ordinario di diritto commerciale nell'Università del Piemonte Orientale.


Sommario: 1. Premessa; 2. Finalità del concordato, interessi protetti e soddisfacimento dei creditori. 3. Segue. La questione della misura minima del soddisfacimento dei creditori. 4. Il dichiarato favor per il concordato con continuità: una strada lastricata di buone intenzioni. 5. Il concordato in continuità e il relativo “statuto” nel CCI. 6. Segue. Continuità diretta. 7. Cenni al dibattito sulla continuità indiretta nella disciplina della legge fallimentare. 8. La continuità indiretta nel CCI. 9. Continuità versus liquidazione: l’inapplicabilità, de jure condito, del criterio della prevalenza.

Leggi l'articolo sulla Rivista "Ristrutturazioni aziendali":
https://ristrutturazioniaziendali.ilcaso.it/Articolo/49


Scritti dell'Autore