L'insensibilità delle destinazioni patrimoniali al fallimento
Pubblicato il 26/06/10 00:00 [Articolo 1290]


1. La separazione patrimoniale nell'esercizio dell'attività di impresa
Una recente giurisprudenza della Suprema Corte (Sez. I, 22 gennaio 2010, n. 1112) ha affrontato, da una angolazione del tutto inedita, il tema dei rapporti tra fallimento e fondo patrimoniale, utilizzando le analogie con l'istituto dei patrimoni destinati di società per azioni a specifici affari che per la prima volta compare nella giurisprudenza di legittimità. Questa pronuncia ci offre lo spunto per approfondire, sul piano generale, il tema del rapporto tra destinazioni patrimoniali "tipiche" e fallimento.

Segue nell'allegato.




Scritti dell'Autore